Ero sul bus in direzione casa dopo essermi concessa un paio di ore di chiacchiere e coccole dall’estetista,

scorrevo i vari post su facebook quando vengo attratta dalle parole di nostra signora dei pipponi (come si fa chiamare lei)… Corro sul suo blog, che è sempre fonte di scoperte, sia culinarie che “letterarie” e cerco la Stupendissima. Guardo la fetta di torta di un giallo intenso, mi leggo tutto l’articolo senza nascondere troppo qualche sorriso. Scorro la lista e controllo di quanti e quali ingredienti ho bisogno. Così torno a casa con due vasetti di yogurt alla vaniglia e inizio a pasticciare. La prima torta l’ho portata il giorno stesso a casa di un caro amico e la seconda l’ho preparata per me e il Biondo che, mentre la mangiava, non smetteva di dire quanto buona fosse… “Se l’hanno chiamata Stupendissima un motivo ci sarà!”. L’ho adorata al primo morso e io, come qualcuno sa, odio fortissimamente il limone nei dolci. Subito infatti mi sono detta “Lo sostituisco con il lime…” ma poi ho pensato che devo smetterla di avere troppi pregiudizi. Tutto quello che non mangiavo da bambina adesso non dico di adorarlo ma quasi. Per la ricetta, i passaggi e per farvi anche voi quattro sane risate, vi rimando a lei, la Lady più Fashion che c’è!

 

Comments are closed.