Oggi il calendario del cibo italiano celebra la giornata di Petronilla, alias Amalia Moretti. Donna grandiosa che visse a cavallo delle due guerre, Amalia fu tra le prime a diventare medico, si laureo dapprima in biologia, poi in medicina specializzandosi in pediatria. In ambulatorio prestava opera gratuita a favore delle classi meno abbienti, impartendo anche consigli igienico-sanitari. Tenne due rubriche sulla Domenica del Corriere, una di  cucina, dove si firmava con lo pseudonimo di Petronilla, l’altra di consigli medici, nulla quale si firmava con uno pseudonimo maschile per acquistare credibilità in una società ancora troppo maschilista.

Le ricette di Petronilla erano decisamente “povere”, visto il periodo storico che attraversò il paese in quegli anni ma, non mancava la fantasia, la qualità degli ingredienti ed il gusto. Per questo oggi, la sfida lanciata dal calendario era costruire un menù per due persone che non dovesse superare i 3 euro totali.

Non so se vi è mai capitato di avere un budget così limitato… Io non sono un tipo che guarda il centesimo quando fa la spesa, sono attenta al valore del denaro, ma preferisco risparmiare sul parrucchiere piuttosto che sul mangiare. Questo giochino mi ha mandato un po’ “in crisi” ma alla fine sono riuscita a preparare un piccolo menù salvacena o piuttosto salvaeuro.

Ho iniziato con una mousse di cipolle da servire come se fosse un pinzimonio e quindi con verdure fresche o con grissini/pane tostato. Il secondo sono le uova al pomodoro, un piatto poverissimo, semplicissimo ma che io adoro e che non preparo praticamente mai. Come dolce, ho preparato le frittelle di mele, velocissime, facilissime e super buone.

Il mio menù dei 3 euro

Ingredienti Mousse di cipolle:

  • 2 cipollotti freschi – al mercato trovo 2 mazzetti (3 o 4 a seconda della grandezza) di cipollotti a 1,50 € – 0,50 €
  • 100 g di formaggio fresco spalmabile – vaschetta di caprini vaccini 1,00 €
  • sale
  • olio evo

Ingredienti Uova al pomodoro:

  • 4 uova – 0,23 € l’uno – 0,92 €
  • 200 g di pomodori pachino – 1,90 € al kg – 0,38 €
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine qb
  • sale e pepe
  • basilico qb

Ingredienti Frittelle di mele:

  • 1 mela – 0,15 €
  • 1 uovo – 0,23 €
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 100 g di farina
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di cannella 
  • succo di limone
  • olio per friggere qb

Procedimento:

  1. Per la mousse di cipollotti: affettate finemente i cipollotti tenendo da parte un po’ di ciuffo verde. In una padella versate un filo di olio evo, aggiungete i cipollotti e un po’ di acqua. Dovranno stufare senza prendere colore. Quando saranno cotti (10 minuti circa) lasciate raffreddare. Versate all’interno del boccale del mixer i cipollotti stufati, il formaggio e frullate tutto fino ad ottenere una crema liscia. Regolate di sale, pepate e decorate la superficie con parte del ciuffo verde tritato fine.
  2. Per le uova al pomodoro: lavate e tagliate i pomodori. In una padella fate rosolare lo spicchio di aglio in un filo di olio extravergine. Versate i pomodori e fate cuocere fino a quando non saranno completamente disfatti (15/20 minuti a seconda della maturazione). Aggiungete il basilico, salate, pepate e sgusciate all’interno le uova Cuocete fino a quando non saranno rapprese (5 minuti circa).
  3. Per le frittelle di mele: eliminate il torsolo dalla mela, sbucciatela e ricavate delle fette spesse 3/5 mm. Bagnatela con del succo di limone per non farla annerire. In un contenitore lavorate l’uovo con lo zucchero, la farina e il lievito. A filo versate il latte. Aggiungete la cannella. Fate scaldare in un pentolino un paio di dita di olio. Immergete nella pastella le fette di mele, scolatele dalla pastella in eccesso e friggete per qualche minuto fino a quando non saranno dorate. Scolate su carta assorbente e servite subito con un poco di zucchero a velo in superficie.

11 Comments on Il mio menù dei 3 euro per il Calendario del cibo italiano

  1. fausta lavagna
    11 maggio 2017 at 19:27 (2 settimane ago)

    Ale che brava, mi piace un sacco il tuo menu! Il primo è delicato, con le uova (si facevano anche in casa mia e anch’io non le faccio mai!) il sapore si fa più deciso e le frittelle… mamma, le frittelle di mela le adoro! Pensare che mia mamma le faceva senza uovo; se ci avessi pensato avrei pure risparmiato 😀 😀 😀 Insomma, sul fil di lana sì, ma con un menu da invidia. Ecco, invidio il Biondo che s’è pappato tutto senza a ver fatto nulla (credo) ahahah… Ho notato anche una ciotolina… è lei? Un bacione

    Rispondi
    • Alessandra
      13 maggio 2017 at 01:19 (2 settimane ago)

      Fausta è proprio lei! Ogni volta che la userò non potrò fare a meno di pensare a quanto sei stata gentile! Il Biondo ha apprezzato le fritte di mela, il resto lo lascia abbastanza indifferente ma ci ho pensato io! Un bacione!

      Rispondi
  2. Leila
    11 maggio 2017 at 19:54 (2 settimane ago)

    Buono buono buono !!

    Rispondi
  3. francesca lanuova
    11 maggio 2017 at 22:19 (2 settimane ago)

    Anch’io preferisco risparmiare sul parrucchiere a anch’io adoro le uova al pomodoro! Il tuo menù è colorato,allegro,conviviale:che bello!

    Rispondi
    • Alessandra
      13 maggio 2017 at 01:16 (2 settimane ago)

      Grazie Francesca!

      Rispondi
  4. sabrina
    12 maggio 2017 at 06:33 (2 settimane ago)

    Che buono il tuo menu, Ale! Anche io adoro le uova al pomodoro e non le faccio mai.Ma perché???

    Rispondi
    • Alessandra
      13 maggio 2017 at 01:15 (2 settimane ago)

      Sabrina io le ricordo come il salva cena di mia nonna, quando da bambina dicevo no davanti a qualsiasi cosa fosse portato in tavola, e da lei, un buon sughetto non mancava mai, le sfoderava come “ultima spiaggia” per questa nipote capricciosa. Adesso che a cucinare siamo noi e che abbiamo di tutto e di più tra cui scegliere, le uova al pomodoro sono nascoste nell’ultimo angolino della memoria, però a volte tornano ancora utili!

      Rispondi
  5. alessandra
    12 maggio 2017 at 10:44 (2 settimane ago)

    E questo è un menu sfizioso, colorato, un po’ diverso e tanto divertente,con una presentazione elegante e alla moda. Per risparmiare ancora, avrei fatto un hummus di cipollotti,con i ceci che danno la parte cremosa (anche se, convengo, ci sarebbe stata tutta un’ altra ricetta 🙂 .. ma gli spunti sono tanti e il valore aggiunto è questa vogli di ragionarci su e di fare altri esperimenti…brava!

    Rispondi
    • Alessandra
      13 maggio 2017 at 01:12 (2 settimane ago)

      Ale avevo pensato di fare un hummus, ma avevo timore di sconfinare e allontanarmi troppo da quello che poteva essere un menù alla Petronilla! Convengo con te che non sarebbe male lavorare su un versione con i ceci e i cipollotti!

      Rispondi
  6. silvia
    12 maggio 2017 at 23:20 (2 settimane ago)

    Mi piace il tuo menu perchè è equilibrato ed elegante come la presentazione, brava davvero

    Rispondi
    • Alessandra
      13 maggio 2017 at 01:15 (2 settimane ago)

      Grazie Silvia!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *




*