Io e Patrizia abbiamo un paio di cose in comune (o forse anche qualcuna in più) ma al momento le più evidenti sono l’essere blogger e l’amore infinito e profondo che proviamo verso i carciofi… E questo potrebbe essere equivocato dal fatto che dalle mie parti se si da del carciofo a qualcuno è perché la persone in questione non è delle più sveglie. Ma io mi riferisco al carciofo ortaggio, quello verde, dall’aspetto rude e a volte anche spinosetto, quello che in cucina è capace di trasformarsi nel piatto più gustoso… E’ buono crudo, cotto, in insalata o pinzimonio, come ripieno per le lasagne, stufato con le patate e va beh, la smetto! Scopro il blog della Patty grazie a Recipe-tionist, il gioco basato sulla condivisione e non sulla competitività ideato da Flavia del blog Cuoci cuci dici e mi dico “Perchè no?”. Mi sono spulciata Andante con gusto dal primo all’ultimo articolo. La solarità, il non essere mai banale, amare i carciofi (forse questo l’ho gia detto…) e avere per ogni singolo articolo un titolo diverso dalla solita “pasta e patate” “polpette al sugo” e una canzone dedicata mi hanno letteralmente conquistata! Avevo scelto diverse ricette da proporre e tra queste c’era questo risotto ME RA VI GLIO SO! Cosa devo aggiungere? Spulciate il blog della Patty anche voi e ve ne innamorerete come è successo a me!

Risotto ai carciofi

Ingredienti per 4 persone:

  •  300 gr di riso Vialone Nano
  •  6 bei carciofi della specie che preferite o che trovate disponibili in stagione
  •  vino bianco
  • 1 cipolla piccola o uno scalogno
  • 1 spicchio d’aglio 
  •  1 noce di burro
  •  olio extra-vergine d’oliva
  •  un ciuffetto di prezzemolo 
  •  qualche fogliolina di menta selvatica
  •  50 ml di panna fresca
  •  1 patata piccola
  •  1 limone
  •  brodo vegetale
  •  sale – pepe macinato fresco

Procedimento:

  1. Iniziate preparando il brodo vegetale in cui farete cuocere la patata e tenete in caldo.
  2. Pulite bene i carciofi privandoli delle foglie più dure e delle punte. Pulite i gambi. Mettete il tutto in una bacinella con acqua acidula con succo di limone e coprire i carciofi via via con un foglio di carta scottex  a contatto con l’acqua, per impedire all’aria di ossidare le verdure. Asciugate e tagliate i carciofi in spicchi sottili e tenete da parte un carciofo che servirà per la decorazione del piatto.
  3. In una padella fate insaporire l’olio con uno spicchio d’aglio quindi versatevi i carciofi e fate cuocere per una decina di minuti, bagnando se necessario con un po’ di brodo vegetale. Quando saranno cotti ma ancora al dente, aggiungete il prezzemolo tritato e la menta e tenete da parte.
  4. Tritate lo scalogno e mettetelo in una casseruola antiaderente in cui avrete versato l’olio extravergine coprendone il fondo. Fate imbiondire la cipolla quindi versate il riso e fatelo brillare. Alzate la fiamma e bagnate il riso con il vino bianco e fate sfumare. A questo punto cominciate la cottura aggiungendo i carciofi con il proprio fondo di cottura ma tenendone da parte 1 terzo, e bagnando via via con il brodo. La cottura durerà tra i 15/18 minuti in base al riso da voi scelto. 
  5. Preparate la vellutata: nel bicchiere del mixer versate i carciofi rimasti, la patata, un mestolo di brodo, un paio di cucchiai di olio evo, sale, pepe, prezzemolo, la menta e la panna. Frullate il tutto per qualche istante, fino ad ottenere una crema vellutata. Tenete al caldo.
  6. Preparate i carciofi fritti con cui decorerete il piatto: tagliate il carciofo rimasto a fettine sottili ed asciugatele bene. Fate scaldare abbondante olio evo in un padellino piccolo con bordi alti e friggetevi le fettine. 
  7. A cottura ultimata, mantecate il risotto con una noce di burro. Assaggiate e pepate a piacere. 
    Versate un paio di cucchiai di vellutata sul piatto di portata, appoggiatevi un coppapasta e mettetevi il risotto pressando lievemente. Sistematevi le vostre fettine di carciofi fritti e sollevate il coppapasta. Servite subito. 

  • Difficoltà: bassa
  • Tempi di preparazione: 30 minuti
  • Tempi di cottura: 30 minuti
  • Modalità di cottura: fornello
  • Porzioni: per 4 persone

Con questa ricetta partecipo al contest di Flavia (Elisa Baker) del blog Cuoci Cuci Dici

8 Comments on Ode al carciofo! La mia prima ricetta per recipe-tionist

  1. tizi
    9 febbraio 2017 at 15:37 (2 mesi ago)

    un piatto da chef, con la vellutata sotto e la croccantezza delle fettine di carciofo fritte sopra… davvero perfetto e molto curato questo risotto!
    bravissima 🙂

    • Alessandra
      9 febbraio 2017 at 23:11 (2 mesi ago)

      Tiziana carissima! Se ti piacciono i carciofi come me e provi questo risotto, ti assicuro che lo sognerai di notte! Patrizia è stata bravissima, il merito è suo! Grazie per essere passata di qui!

  2. Flavia (Elisa Baker)
    9 febbraio 2017 at 15:45 (2 mesi ago)

    Alessandra benvenuta! E con che meraviglia di ricetta e foto che fai l’ingresso a THE RECIPE-TIONIST (..metti il banner please 😀 )! Si hai ragione passare da PAtty è come entrare nel regno delle meraviglie e diventa complicato però poi tornare indietro. Tra le tantissime ricette arrivate fino ad oggi tutti e dico tutti avete parlato di quante belle ricette vi sarebbe piaciuto scegliere… fatelo!! Non per il gioco in se, ma perchè credo che per noi blogger una delle cose più belle sia proprio vedere che altri hanno fatto una nostra ricetta e l’hanno apprezzata! Ti ringrazio per averci messo entusiasmo e ti aspetto ancora anche nei prossimi mesi… un abbraccio cara ragazza e si..i carciofi sono buoni e versatili!!

    • Alessandra
      9 febbraio 2017 at 23:08 (2 mesi ago)

      Elisa ti ringrazio per il caloroso benvenuto! Metto subito subitissimo il banner. Tanto per prendere una buona abitudine sto gia pensando alla seconda ricetta per la Patty, poi il tuo gioco è talmente bello che sicuramente farò in modo di non perdermi per strada! Un caro abbraccio!

  3. Gabriella
    9 febbraio 2017 at 23:07 (2 mesi ago)

    Adoro anche io i carciofi, in tutte le salse, specialmente nel risotto!!
    Ottima ricetta, me la segno!!

    • Alessandra
      9 febbraio 2017 at 23:14 (2 mesi ago)

      A quanto pare siamo in molte a morire d’amore per i carciofi! Provalo Gabriella, non te ne pentirai!

  4. Patty
    10 febbraio 2017 at 09:01 (2 mesi ago)

    Cara Alessandra, amante appassionata dei carciofi….anche ieri sera ne ho fatto una scorpacciata, spadellati a fianco di un bel polletto alla birra. Li amo, non ci posso fare nulla. Mi piace anche pulirli e ritrovarmi con le dita nere come quelle di un minatore. Sono fissata, amo quel cuore chiaro protetto dalla sua corazza di spine. E mi piace il suo sapore metallico, che mi lascia sulla lingua un impalpabile aroma di menta. Mia figlia li detesta e mio marito dice: da grande ti piaceranno…non lo so. Io li amavo sin da piccola, per le stesse identiche ragioni. Mia nonna, romana, li cucinava alla perfezione ed io non vedevo l’ora di trovarmeli nel piatto.
    Non sai quanto mi dia gioia vedere la tua scelta. Il risotto ai carciofi è un must e tu lo hai realizzato e reso decisamente bellissimo, molto molto ma molto più del mio.
    Grazie infinite per essere venuta a questa festa. Un grandissimo onore.
    Baci baci, Pat

    • Alessandra
      10 febbraio 2017 at 12:52 (2 mesi ago)

      Patty a quanto pare in comune avevamo anche la nonna romana… Anche io sin da bambina li ho adorati, lei li cucinava nel modo più semplice che c’è: stufati con le patate e per me, ogni qual volta li preparava, era una festa! Ti ringrazio per le tue parole e per la calorosa accoglienza, vado a preparare il dolce per la tua festa… A presto! Un caro abbraccio