babà napoletano

Ieri sera tornata a casa ho impastato il babà “al volo” (santa planetaria mi viene da aggiungere), l’ho messo nella teglia e sono sprofondata tra le braccia di Morfeo… A mezza notte e tre rintocchi qualcosa mi ha svegliato. L’unica cosa che sono riuscita a dire è stato:

“Biondo accendi il forno per favore?”,

lo vedo far capolino dalla porta… “Stai scherzando vero? Non riesci a tenere gli occhi aperti”

“No, accendi! Devo cuocere il babà che sarà sicuramente lievitato…”

Mi sono trascinata giù dal letto ed ecco O’ Babà!

o babà

Oggi il calendario del cibo italiano Aifb rende omaggio al dolce partenopeo conosciuto in tutto il mondo ma, che in fondo in fondo poi così napoletano non è! Tutta la storia e il viaggio che ha permesso a questo dolce di arrivare dalla Polonia nella bella Napoli ce la racconta Giustina del blog “Briciole di pane” nel suo articolo ufficiale che vi invito a leggere.

O’ Babà

Ricetta presa dal blog “Ho voglia di dolce”

Ingredienti per uno stampo da 850 ml

  • 175 g di farina manitoba
  • 2 uova
  • 30 g di zucchero
  • 50 g di burro
  • 1 cucchiaino di lievito di birra disidratato
  • 1 pizzico di sale

Per la bagna:

  • 250 ml di acqua
  • 150 ml di rum
  • la scorza di un limone
  • 170 g di zucchero

Procedimento:

babà2

Preparare il lievitino: prelevare dal totale della farina 50 g e aggiungete un cucchiaino di zucchero, il lievito e tanta acqua quanto basta ad ottenere una pastella liquida. Lasciate lievitare fino al raddoppio (circa 1 ora). Nel cestello della planetaria versate la farina setacciata, il lievitino ed iniziare ad impastare (con il gancio) aggiungendo le uova sbattute in precedenza poche per volta. Aggiungete successivamente lo zucchero, il sale e il burro morbido a pezzetti, avendo l’accortezza che venga assorbito prima di aggiungerne altro.

babà3

Imburrate ed infarinate uno stampo da 850 ml di capacità, versate l’impasto all’interno e lasciate lievitare fino a quando non sarà arrivato al bordo. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 15/ 20 minuti. Una volta sfornato lasciate raffreddare e poi con uno spiedino bucate l’intera superficie. Preparare la bagna: mettete in una pentola acqua, zucchero e scorza di limone. Far bollire per 10 minuti, spegnere e aggiungere il rum. Aspettare 10 minuti e versare la bagna sul babà.

babà1

torta babà

Conservare il babà in frigo e consumere entro un paio di giorni. Tenete da parte lo sciroppo se ne dovesse avanzare perché tenderà ad asciugare.  Lucidate il babà con gelatina di albicocca.

NB: Nel preparare l’articolo per la giornata del babà ho dovuto cuocerne due. Nelle foto dei passaggi ho utilizzato una teglia senza foro centrale. Il babà in quel caso tendeva a collassare nel centro, vi consiglio quindi di utilizzarne uno con il foro centrale.

Difficoltà: MEDIO/BASSA

Tempo di preparazione: 30 MINUTI

Tempo di cottura: 20 MINUTI

Modalità di cottura: FORNELLO O FORNO

Porzioni: PER 4 PERSONE

2 Comments on O’ Babà

  1. Fabio
    30 giugno 2016 at 16:48 (12 mesi ago)

    Si vede che hai presola cosa seriamente, come il babà (che è una cosa seria 🙂 ), richiede! E’ uno dei nostri dolci tipici ed io l’adoro!
    Sempre bravissima!

    • Alessandra
      3 luglio 2016 at 13:12 (12 mesi ago)

      Come ha detto qualcuno il calendario crea dipendenza, io amo i lievitati e in casa ho un estimatore di rum…potevo non fare il babà??